fatti e statistiche sul disturbo bipolare

fatti e statistiche sul disturbo bipolare

  • Public Health
  • Cardiovascolare/cardiologia
  • Obesità/perdita di peso/fitness

fatti e statistiche sul disturbo bipolare

Il disturbo bipolare è una condizione di salute mentale comune ma spesso fraintesa.

La falsa dichiarazione del disturbo bipolare e altre condizioni psichiatriche nei media può portare a Paura e stigma che rendono difficile per le persone capire com’è vivere con il disturbo bipolare.

Questa falsa dichiarazione può anche influenzare la qualità delle cure che le persone con disturbo bipolare ricevono. Secondo l’indagine sul disturbo dell’umore del 2021 della National Alliance on Mental Malattie (NAMI), più di 5 adulti su 6 ritengono che lo stigma sia una grande barriera al trattamento per i disturbi dell’umore, come il disturbo bipolare.

a Comprendi meglio la realtà del disturbo bipolare e aiuta a ridurre lo stigma, esplora la grafica seguente.

I sintomi degli episodi dell’umore

episodi intensi di mania e depressione caratterizzano il disturbo bipolare. La condizione può anche influenzare i livelli di energia e attività di una persona, nonché la loro capacità di concentrarsi.

Sintomi di mania

I sintomi di un episodio maniacale possono includere:

; /

  • dormendo meno del solito
  • sentimenti di grandiosità
  • Assumendo rischi insoliti o agendo impulsivamente
  • Alcune persone hanno anche più miti episodi, noti come ipomania.

    Sintomi della depressione

    I sintomi di un episodio depressivo possono includere:

    • Sentirsi molto tristi, senza speranza, o solitario
    • Isolamento dagli altri
    • Difficoltà a concentrarsi e parlare molto lentamente
    • Avere poca energia
    • Dormire più del solito
    • Mangiare troppo o troppo poco
    • Mancanza di interesse o difficoltà a completare le solite attività
    • Pensieri suicidi

    Lunghezza di E I pisodi

    gli sbalzi d’umore nel disturbo bipolare sono più a lungo di seguito che i media li ritraggono.

    I cambiamenti nell’umore che si verificano con il disturbo bipolare non sono le fluttuazioni tipiche che tutti sperimentano dal tempo a volta. Rendono molto più difficile per una persona funzionare e adempiere alle responsabilità quotidiane, come il lavoro, le faccende domestiche e prendersi cura di se stessi o di altri.

    Tipi

    I tre tipi principali di Il disturbo bipolare è:

    • Disturbo bipolare 1
    • Disturbo bipolare 2
    • Disturbo ciclotimico

    Cause e età di insorgenza

    esperti ritengono che vari fattori influenzino lo sviluppo del disturbo bipolare, tra cui:

    • Genetica
    • Struttura cerebrale
    • Lo stress o il trauma

    persone con disturbo bipolare in genere ricevono una diagnosi durante l’adolescenza tardiva o l’età adulta. Tuttavia, è possibile che i sintomi appaiano nei bambini.

    Disturbo bipolare a volte appare per la prima è più probabile che il disturbo riscontri alcuni problemi di salute.

    Esercizio

    L’attività fisica può integrare i farmaci e la terapia per aiutare a gestire alcuni dei sintomi del disturbo bipolare, promuovere il sonno e aumentare il cuore e Salute del cervello. Le persone con disturbo bipolare possono beneficiare di:

    • Esercizio aerobico, come camminare, fare jogging, nuotare o andare in bicicletta
    • Illifting pesi
    • Yoga o Pilates

    Tuttavia, non dovrebbero mai usare l’esercizio per sostituire i trattamenti prescritti.

    Outlook

    Il disturbo bipolare è una condizione permanente, ma è curabile. Un professionista della salute mentale può raccomandare farmaci, terapia di discussione o una combinazione dei due.

    Senza trattamento, il disturbo bipolare può peggiorare.

    Sommario

    bipolare Il disturbo è una malattia complessa che colpisce molti aspetti della salute mentale, emotiva e fisica di una persona.

    I cambi d’umore sono una caratteristica caratteristica del disturbo bipolare. Sebbene possano essere estremi, sono spesso molto diversi dalla rappresentazione dei media.

    Una migliore comprensione del disturbo bipolare può aiutare a migliorare il riconoscimento e ridurre lo stigma. Essere in grado di parlare apertamente e onestamente dei sintomi del disturbo bipolare è importante per migliorare l’accesso al trattamento.

    Con un’adeguata cure mediche, molte persone con disturbo bipolare possono ridurre l’impatto della loro malattia e assumere il controllo della loro salute mentale.

    "Dieta che imita il digiuno" può promuovere la salute e la longevità

    Un nuovo studio pubblicato sul metabolismo cellulare suggerisce a seguito di una dieta a base di calorie che imita il digiuno per soli 5 giorni al mese per 3 mesi Maggio Promuovi la longevità e ridurre una serie di fattori di rischio per il cancro, il diabete e le malattie cardiovascolari.

    Studio Co-autore Valter D. Longo, del FIRC Institute of Molecular Oncology in Italia e dell’Università della California meridionale, e i colleghi affermano La ricerca dimostra il primo intervento anti-invecchiamento, che promuove Healthspan che i medici potrebbero raccomandare in modo fattibile ai pazienti.

    La ricerca precedente di Longo nel giugno dello scorso anno ha suggerito che il digiuno prolungato-definito come consumare solo acqua per 2-4 giorni-può "riavviare" il sistema immunitario umano. Cioè, il digiuno può aiutare a eliminare le celle danneggiate e rigenerarne di nuove.

    Un altro studio pubblicato più tardi quel mese ha anche scoperto che il digiuno periodico può proteggere dal diabete tra le persone ad alto rischio per la condizione.

    Tuttavia, Longo e colleghi notano che gli esseri umani trovano psicologicamente impegnativo impegnarsi in una dieta così estrema e può anche avere effetti negativi per la salute, in particolare per gli individui più anziani.

    "Queste preoccupazioni indicano la necessità di interventi dietetici che inducono effetti prolungati simili al digiuno minimizzando il rischio di effetti avversi e l’onere della completa restrizione alimentare", notano.

    La dieta a digiuno ha promosso la rigenerazione cellulare, estendendo la durata della vita nei topi

    Per rispondere a questa esigenza, i ricercatori hanno sviluppato https://prodottioriginale.com/ una dieta che imita il digiuno (FMD)-una dieta a basso contenuto di proteine ​​a basso contenuto di grassi ricco di grassi sani. Attivando marcatori associati a digiuno prolungato, come bassi livelli di glucosio e alti livelli di corpi chetonici, la dieta è stata in grado di simulare gli effetti del digiuno.

    In primo luogo, il team ha testato la dieta nei topi di mezza età, dando loro la dieta per 4 giorni, due volte al mese. I topi alimentati dall’intervento FMD sono stati confrontati con i topi alimentati con una dieta di controllo.

    Il team ha scoperto che i topi alimentati dall’intervento FMD avevano un numero molto più elevato di cellule staminali e hanno sperimentato la rigenerazione di una serie di altri tipi di cellule, tra cui ossa, muscoli, fegato, cervello e cellule immunitarie, rispetto ai topi alimentato la dieta di controllo.

    Inoltre, l’intervento FMD sembrava prolungare la durata della vita dei topi e promuovere una migliore salute generale. Hanno subito un migliore apprendimento e memoria, una minore incidenza di cancro e malattie infiammatorie e perdita di grasso senza una riduzione della massa corporea magra, rispetto ai topi di controllo.

    Riduzione dei fattori di rischio per invecchiamento, CVD, diabete e cancro nell’uomo

    Successivamente, il team ha testato un simile intervento FMD in un gruppo di 19 persone generalmente sane di età compresa tra 18 e 70 anni. Questi partecipanti dovevano seguire la dieta per 5 giorni al mese per 3 mesi. La dieta ha fornito loro tra il 34-54% dell’apporto calorico normale, nonché le proteine ​​dell’11-14%, il 42-43% di carboidrati e il 44-46% di grassi.

    I 19 partecipanti a seguito dell’intervento FMD sono stati confrontati con un gruppo di 18 persone generalmente sane che hanno continuato a seguire la loro dieta normale.

    rispetto ai partecipanti che hanno consumato la loro dieta standard, coloro che hanno seguito l’intervento di FMD hanno subito una riduzione dei fattori di rischio legati all’invecchiamento, alle malattie cardiovascolari (CVD), al diabete e al cancro, tra cui la glicemia ridotta, marcatori ridotti di infiammazione e perdita di peso.

    Il team rileva che solo il 5% dei partecipanti alla FMD è stato squalificato dallo studio per non aver rispettato il regime dietetico.

    Longo e colleghi affermano che i loro risultati indicano che a seguito di un intervento FMD periodicamente può promuovere la longevità nell’uomo e proteggere dai fattori di rischio per alcune malattie. Aggiungono:

    “Sebbene i risultati clinici richiederanno una conferma con uno studio randomizzato più ampio, gli effetti dei cicli FMD sui biomarcatori/fattori di rischio per l’invecchiamento, il cancro, il diabete e il CVD, abbinati all’altissima conformità Alla dieta e alla sua sicurezza, indicano che questa strategia dietetica periodica ha un alto potenziale per essere efficace nel promuovere la salute umana. ”

    Il team afferma che ora stanno mettendo l’intervento FMD attraverso un rigoroso processo di test per essere rigorosi per un processo di test rigoroso per Ottieni l’approvazione della US Food and Drug Administration (FDA) per uso clinico. Ciò comporta il test dell’efficacia della dieta in 60-70 partecipanti, prima di passare a una sperimentazione clinica con 500-1.000 partecipanti.

    “Questo è probabilmente il primo intervento anti-invecchiamento e di salute in età antimallare e clinicamente non clinicamente testato come un intervento medico o supervisionato da dietista", afferma Longo.

    I ricercatori sottolineano che, poiché gli effetti dell’intervento FMD sono potenti, gli individui dovrebbero seguire tale dieta solo sotto la supervisione medica.

    • Biologia/Biochimica
    • Cancro/oncologia
    • nutrizione/dieta
    • anziani/invecchiamento

    La dieta che imita il digiuno mostra promesse contro la MS

    La nuova ricerca conclude che una dieta che imita gli effetti del digiuno dovrebbe essere ulteriormente studiata come potenziale trattamento per la sclerosi multipla e altre malattie autoimmuni. Ha ridotto i sintomi nei topi e li ha persino invertiti in alcuni animali. I primi risultati di uno studio pilota nei pazienti umani suggeriscono anche che la dieta che imita il digiuno è sicura, fattibile e potenzialmente efficace.

    La ricerca, condotta dall’Università della California del Sud (USC) a Los Angeles, è pubblicata sulla rivista Cell Reports.

    Investigatore senior e professor Valter Longo, che dirige la Longevità L’Istituto della Davis School of Gerontology della USC, afferma di aver scoperto che la dieta che imita il digiuno (FMD) innesca un processo cellulare di morte e vita che appare fondamentale per la riparazione fisica. Spiega:

    “Durante la dieta che imita il digiuno, viene prodotto il cortisone e che inizia un’uccisione di cellule autoimmuni. Questo processo porta anche alla produzione di nuove cellule sane. ”

    La sclerosi multipla (MS) è una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario interrompe gradualmente la barriera emato-encefalica e attacca la guaina mielinica di proteine ​​e grassi che isola le fibre nervose nel midollo spinale e nel cervello.

    Man mano che la malattia imprevedibile progredisce, l’assalto sulla guaina mielina alla fine provoca la perdita di segnali elettrici trasportati dai nervi. Ciò dà origine a sintomi che peggiorano sempre di più, che vanno dal lieve intorpidimento nelle braccia e nelle gambe alla paralisi e alla cecità.

    MS si pensa che colpisca circa 2,3 milioni di persone in tutto il mondo. Negli Stati Uniti, le stime suggeriscono che circa 350.000 americani hanno MS.

    "Recupero completo nel 20 percento dei topi ‘

    nei lavori precedenti, il Prof. Longo e il suo team avevano testato i cicli di cicli Un FMD simile a quello nel nuovo studio con farmaci anticancro e ha trovato le cellule sane protette combinate e le cellule tumorali indebolite.

    Nel 2015, hanno riferito come una FMD aumentasse la durata della vita e la salute dei topi e ridotta Fattori di rischio legati al cancro, alle malattie cardiovascolari e al diabete nell’uomo.

    I risultati di quegli studi precedenti li hanno spinti a studiare il potenziale per l’FMD di avere un effetto simile nella SM. Il Prof. Longo dice che si sono chiesti forse che potrebbe eliminare le cellule cattive e aiutare a generare quelle buone.

    Il nuovo studio è in due parti: test su topi e un piccolo studio pilota sull’uomo.

    In primo luogo, i ricercatori hanno iniziato con due gruppi di topi con malattia autoimmune. Un gruppo è stato messo su un FMD a basso contenuto calorico e a basso contenuto proteico che comprendeva tre cicli di digiuno che duravano 3 giorni su ogni 7. L’altro gruppo-i controlli-sono stati messi a dieta normale.

    Gli autori notano che la FMD ha ridotto i sintomi in tutti i topi e "ha causato il recupero completo per il 20 percento degli animali".

    Ulteriori test hanno rivelato che i topi FMD avevano un aumento dei livelli di corticosterone, un ormone steroideo rilasciato dall’adrenale Le ghiandole per controllare il metabolismo.

    I topi FMD avevano anche livelli aumentati di cellule T immunitarie e livelli ridotti di citochine che causano infiammazione-proteine ​​che indicano ad altre cellule a riparare i siti di trauma, infezione o altro dolore.

    e ultimo- ma non meno importante- i ricercatori hanno scoperto che i topi FMD hanno mostrato segni di rigenerazione della mielina che erano stati danneggiati dall’autoimmunità.

    ‘uccide le cellule cattive, genera buone e mielin- Producendo le cellule ‘

    nelle persone con SM, sono le cellule T che attaccano la guaina mielina e danneggiano i nervi. Dai risultati nei topi, sembra che i cicli del digiuno nell’FMD possano interferire con questo processo, promuovendo anche la rigenerazione, come spiega il Prof. Longo:

    "Da un lato, questo digiuno- La dieta imitativa uccide le cellule immunitarie cattive. Quindi, dopo che i topi tornano alla dieta normale, vengono generate le buone cellule immunitarie ma anche le cellule che producono mielina, consentendo a una percentuale di topi di raggiungere uno stato privo di malattie. ”

    nella seconda parte dello studio, i ricercatori hanno testato la sicurezza e la potenziale efficacia dell’FMD su 60 pazienti con SM (RRMS) recidivante. RRMS è la forma più comune di SM, in cui i pazienti hanno riacutizzazioni sintomi intervallate da periodi di recupero.

    I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a una dieta di controllo, una dieta chetogenica ad alto contenuto di grassi (gruppo KD) , o una FMD umana modificata per 7 giorni, seguita da una dieta mediterranea per 6 mesi (gruppo FMD).

    I ricercatori notano che i gruppi FMD e KD "hanno mostrato miglioramenti clinicamente significativi" in una scala che misura in generale cambiamento nella salute, qualità della vita, salute fisica e salute mentale.

    Il team sottolinea la natura preliminare dei risultati e osserva che lo studio è anche limitato dal fatto che non ha verificato se la dieta mediterranea da solo porterebbe a miglioramenti simili. Inoltre, non includeva alcuna analisi di imaging o funzionalità immunita In studi clinici più ampi.

    Nel frattempo, osserva che alcuni FMD sono stati testati e trovati sicuri negli studi e suggerisce che i pazienti con disturbi autoimmuni che hanno esaurito le opzioni di trattamento dovrebbero aumentare la possibilità di provare FMD o unirsi Uno studio clinico con i loro medici.

    “Siamo ottimisti. Quello che non vogliamo sono i pazienti che cercano di farlo a casa senza coinvolgimento del loro specialista o senza capire che sono necessari studi più grandi per confermare che la dieta, come trattamento, è efficace contro la sclerosi multipla o altre autoimmunità. ”

    Prof. Valter Longo

    Il trapianto di cellule staminali potrebbe produrre una cura per la SM? Scopri i risultati dei primi studi.

    • Sclerosi multipla
    • Neurologia/Neuroscienze
    • Nutrizione/dieta

    Insonnia familiare fatale: tutto ciò che devi sapere

    L’insonnia familiare fatale è un raro disturbo genetico. Causa problemi del sonno e danni cerebrali che alla fine portano alla morte.

    Mentre è caratterizzato da difficoltà a dormire, il disturbo può causare una vasta gamma di altri sintomi, come gli spasmi muscolari e i problemi con la memoria e il pensiero.

    Un’anomalia genetica provoca fatale familiare fatale insonnia. Un’altra condizione, chiamata insonnia fatale sporadica, è simile ma si verifica senza la differenza genetica.

    Questo articolo descrive l’insonnia familiare fatale, comprese i sintomi, la diagnosi e le opzioni di trattamento.

    Contents